Ispezioni su perdite di vapore

L’efficienza degli scaricatori di condensa e l’integrità di tutte le apparecchiature in cui passa vapore (drenaggi del vapore, valvole di intercettazione, linee del vapore) ha risvolti positivi dal punto di vista tecnico ed economico. FERP si approccia al monitoraggio sfruttando l’interazione di due diverse tecnologie:

Le perdite di vapore dagli scaricatori di condensa costituiscono una rilevante perdita di energia (quindi una perdita di risorse e un aumento della generazione di CO2, SOx e NOx), i cui valori possono essere quantificati con precisione.

In una rete di distribuzione del vapore, dove non è operativo un piano strutturato di monitoraggio e controllo, si stima che oltre il 20-30% degli scaricatori sia fuori servizio, interferendo sulla normale attività della rete del vapore anche a causa di colpi d’ariete e mancanza di degassificazione.

Con lo stesso approccio LDAR adottato per le emissioni fuggitive e con l’ausilio del software FERPRO, è possibile realizzare un database dove ogni componente è catalogato, localizzato e qualificato.

FERP e Carrara SPA tengono a sottolineare che il loro intervento è indipendente dai produttori di scaricatori di condensa e, contrariamente alla concorrenza, può vantare una totale indipendenza.

L’attività di rilevamento degli scaricatori di condensa può essere svolta congiuntamente al principale programma LDAR finalizzato alle emissioni fuggitive, ottenendo così evidenti sinergie ed economicità.

Questo è anche interessante nell’ambito dell’applicazione della normativa ISO 50001.